Siamo in 862.402 vogliamo combattere la corruzione in Italia e abbiamo bisogno della tua voce

Unisciti a noi

chiudi

Petizione con la collaborazione di Change.org

PETIZIONE diretta al Governo

Salviamo i nostri giovani: rischiamo di perdere 1 miliardo e mezzo di euro dell’UE per il lavoro

Un miliardo e mezzo di euro per la disoccupazione giovanile: i soldi ci sono, ce li dà l’Europa e anche il governo ha messo la sua parte. Ma questi soldi rischiano di diventare l'ennesimo spreco all'italiana.

Dobbiamo agire subito. I giovani non conoscono il programma e le opportunità che dovrebbe creare. Non solo: le iniziative che lo Stato e le regioni stanno portando avanti non sono efficaci. Chiediamo al ministero e ai governatori di intervenire immediatamente. Continua a leggere

I NOSTRI OBIETTIVI

Stop vitalizio ai politici condannati per mafia e corruzione

Chiediamo insieme al Parlamento di votare ora per la cancellazione del vitalizio agli ex parlamentari condannati in via definitiva per reati così gravi. I cittadini chiedono a gran voce su Riparte il futuro che i dipendenti pubblici e i rappresentanti politici rispettino codici etici più efficaci. Questo è solo il primo passo.
Continua a leggere

Mettiamo fine all’incubo di una prescrizione farsa: no all’impunità per i processi in corso

Troppe volte la prescrizione interviene per lasciare impuniti i responsabili delle pagine più nere della cronaca italiana. Chiediamo una prescrizione vera, che sia garanzia di tutti e non privilegio di quanti sfruttano le pieghe del codice per sfuggire alla sentenza.
Continua a leggere

Giù le maschere: stop agli ex politici negli enti pubblici e controllate

Quante volte abbiamo letto di politici che, persa la poltrona, vengono prontamente ricollocati in fondazioni, società pubbliche, parastatali, enti e authority?
Noi non ci stiamo e chiediamo al governo di intervenire immediatamente.
Continua a leggere

Trasparenza nelle Università per difendere il nostro futuro

Quella sull’istruzione è la madre di tutte le battaglie. Chiediamo un meccanismo per difendere e incoraggiare chi segnala corruzione, malaffare, nepotismi e raccomandazioni nelle Università italiane.
Continua a leggere

Salviamo Pompei dal silenzio
Petizione vinta!

Salviamo Pompei dal silenzio

Un appello vale un'audizione: la richiesta di Riparte il futuro sul destino di Pompei ha raggiunto un primo, importante risultato. Il generale Giovanni Nistri, nominato per gestire l’emergenza Pompei, è stato audito, come richiesto, dalla commissione Beni Culturali del Senato. Ora vigiliamo sulla road map del salvataggio di Pompei
Continua a leggere

Fermiamo gli ecocriminali: subito la legge sugli ecoreati

Chiediamo alla Camera di approvare rapidamente il disegno di legge sugli ecoreati, così come fatto dal Senato il 3 marzo 2015, senza cambiare neanche una virgola.
Continua a leggere

Sull'autoriciclaggio si può fare di più

Il testo del 648 ter del codice penale, approvato a dicembre 2014, ha cinque punti critici che rischiano di renderlo inefficace. Sull’autoriciclaggio non ci accontentiamo e chiediamo una norma senza annacquamenti, che non comporti rischi di cattiva interpretazione.
Continua a leggere

Trasparenza e impegno per la messa in sicurezza della Liguria

La Liguria è a rischio. Dobbiamo aspettare la prossima alluvione per ricordarcelo? Chiediamo un Fondo per la messa in sicurezza del territorio gestito con trasparenza per andare oltre ai fallimenti delle politiche fatte fino ad oggi.
Continua a leggere

Una direttiva europea per proteggere chi ha il coraggio di denunciare

Aggiungi la tua voce per proteggere i whistleblower, coloro che hanno il coraggio di denunciare la corruzione e che rischiano (a volte anche la vita) per combattere la corruzione. Chiediamo all’Europa di fare la sua parte.
Continua a leggere

ATTIVITÀ

LA TUA STORIA

Condividi la tua idea di futuro: le migliori storie verranno pubblicate sul sito di Riparte il futuro.
Continua a leggere

METTICI LA FACCIA

Contro la corruzione mettiamoci la faccia. Carica la tua foto e racconta perchè hai firmato.
Continua a leggere

×
L’Italia perde 60 miliardi l’anno in corruzione.
0
rubati in tangenti da quando sei su questa pagina
Ferma questo spreco: firma ora