623.714 Persone sostengono la lotta contro la corruzione

Grazie anche al tuo aiuto sconfiggere la corruzione in Italia è possibile
Il nostro obiettivo è arrivare a Persone

Basta corruzione: vogliamo una legge subito

Prima l’Expo 2015 a Milano, ora il Mose a Venezia.
Non c'è più tempo serve una terapia d'urto:
vogliamo ora l’introduzione di una legge seria anticorruzione.

Grazie! La corruzione è l’incubatrice del potere della mafia e il suo avamposto, e impedisce all’Italia di uscire finalmente dalla crisi. Passaparola a tutti, amici e contatti: il modo più efficace è condividere la campagna via email, su e su . Facciamoci sentire!

SERVE UNA TERAPIA D’URTO

#ZeroScuse, subito l’approvazione del pacchetto anticorruzione

Non c’è più tempo da perdere: deve essere #lavoltabuona

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha lanciato le consultazioni sulla giustizia prendendo tempo fino a settembre. Noi crediamo che non ci sia bisogno di nuove consultazioni per sapere cosa pensano i cittadini sulla corruzione: oltre mezzo milione di firmatari su Riparte il futuro chiede al governo di agire subito.

#ZeroScuse: in Italia abbiamo bisogno subito di leggi moderne in grado di intercettare, prevenire e sanzionare la corruzione. Così si sta solo perdendo tempo.

Ecco cosa chiediamo a Governo e Parlamento: cinque punti dell’agenda di Riparte il futuro per dare una risposta strutturale alla lotta alla corruzione.

1) Prescrizione non è assoluzione. E invece troppe volte è intervenuta a inceppare il corso della legge lasciando impuniti i colpevoli, specie per i reati di corruzione.

2) Conflitti di interesse. All’Italia basterebbe adeguarsi alle convenzioni internazionali cui aderisce e applicarle per contrastare finalmente i conflitti d’interesse dei funzionari pubblici e dei rappresentanti eletti dai cittadini.

3) Riciclaggio e autoriciclaggio. Ovvero: le tangenti si pagano con i capitali in nero e i capitali in nero si accumulano grazie ad evasione fiscale e autoriciclaggio: sono i “reati civetta” che vanno sconfitti per togliere ai corruttori le loro armi.

4) Freedom of Information Act italiano. Vogliamo una Pubblica amministrazione trasparente: chiediamo che vengano messi online, in formato open data e chiaramente leggibili i dati su amministrazione, bilancio, utilizzo delle risorse, concorsi e bandi d’appalto.

5) Chi rompe il muro dell’omertà non deve mai più essere lasciato solo. Chiediamo in Italia e in Europa risposte concrete sul whistleblowing: per chi, cioè, denunciando la corruzione sul luogo di lavoro, contribuisce a smascherare gravi illeciti ma si espone a ritorsioni e minacce. Anche di morte.

#ZeroScuse: vogliamo che contro la corruzione sia #lavoltabuona e non solo un doloroso rinvio al prossimo scandalo.

Firma la petizione

Tutti i punti dell’agenda di Riparte il futuro.

53.731 firme

CAMPAGNA PROMOSSA DA

LIBERA - contro le mafie Gruppo Abele Altri sostenitori

CANCELLIAMO UNA VERGOGNA

#stopvitalizio ai politici condannati

FIRMA ORA

NUOVI ARTICOLI DAL BLOG Vai al blog

0 1 2 3

Riparte… Musica contro le Mafie: il nuovo bando è online

Riparte, completamente rinnovato, il “Premio Musica contro le mafie” 2014. Dal 29 agosto 2014 è disponibile il nuovo bando su musicacontrolemafie.it/premio2014. Musica contro le mafie (MvsM) è un importante premio […]

Leggi l'articolo

L’Ufficio di presidenza di Libera risponde all’intervista del senatore Mario Giarrusso su Il Fatto Quotidiano

In merito all’intervista rilasciata dal senatore Mario Giarrusso pubblicata sul Fatto Quotidiano  venerdì 29 agosto, riteniamo che i giudizi espressi nei confronti di Libera e di don Luigi Ciotti siano […]

Leggi l'articolo

Tutte le ombre del calcio mondiale: corruzione, riciclaggio e traffico di esseri umani

Il pallone è sporco. Non si tratta della constatazione dei bambini a cui è finita la palla nel fango, ma della dura analisi tracciata dal Gaft (Gruppo antiriciclaggio del G7). […]

Leggi l'articolo

Nel 1947 un operaio guadagnava un terzo dello stipendio di un politico. Oggi ne guadagna un tredicesimo.

Nel 1947 a Montecitorio si discuteva l’articolo 69 della Costituzione, quello relativo allo stipendio dei parlamentari. Allora i rappresentanti del popolo italiano guadagnavano il corrispettivo di un precario odierno: “25 […]

Leggi l'articolo

Finmeccanica: si patteggia per le imbarazzanti tangenti degli elicotteri indiani

Stamattina la corruzione torna in primo piano: AgustaWestland, la multinazionale italo-britannica che costruisce elicotteri controllata da Finmeccanica, patteggerà circa 8 milioni di euro per porre fine al processo che la vede coinvolta […]

Leggi l'articolo

La Carta di Pisa, un nuovo codice etico al servizio dei Comuni

Dopo aver discusso di Anagrafe degli eletti e trasparenza economica dei comuni, arriviamo ora al terzo punto della delibera “Trasparenza a costo zero”, che 75 comuni aderenti a Riparte il […]

Leggi l'articolo

Troppa carne sul fuoco delle riforme: giustizia e FOIA rischiano di scomparire

Con l’autunno ricomincia l’anno scolastico: non c’è tempo migliore per discutere di istruzione e quindi delle necessarie riforme che scuola e università italiane attendono ormai da troppo tempo. Il Governo […]

Leggi l'articolo

Anticorruzione e sanità – Rifiutare i vaccini? Ignoranza e diffidenza

A cura di Paolo Cornaglia Ferraris >> Medico, editorialista de La Repubblica, Presidente Camici & Pigiami ONLUS I vaccini sono il più efficace strumento di prevenzione delle malattie infettive e delle […]

Leggi l'articolo

Finite le vacanze, ripartono la politica e la riforma della giustizia. Ma da dove?

Ombrelloni chiusi, souvenir in valigia, un saluto agli amici del mare e un po’ di malinconia: l’estate volge al termine. È ormai tempo di tornare a lavoro, a scuola e […]

Leggi l'articolo

Scrivi a Matteo Renzi. La lotta alla corruzione deve restare un tema centrale nella riforma della Giustizia

La riforma della Giustizia va avanti, ma non nella direzione auspicata dagli italiani. Sembra infatti che il governo abbia deciso di porre la sua attenzione specialmente sulla giustizia civile che, […]

Leggi l'articolo

M5S e Guardia di finanza aeronavale: tante le voci che rispondono al #parliamone di Renzi

Il percorso delle riforme stenta e il tema della lotta alla corruzione pare venire scalzato da quello della giustizia civile: altrettanto necessario ma certamente non escludente. L’allarme è quindi diventato […]

Leggi l'articolo

Gasparri: “I test d’integrità sono caccia alle streghe e degni di Pol Pot”. Ma in USA li fanno da anni. E funzionano.

Appena ieri Maurizio Gasparri, senatore del Popolo delle Libertà, ha definito “degna di Pol Pot” e “da caccia alle streghe” una delle ultime proposte del Presidente dell’Anac – l’Autorità nazionale […]

Leggi l'articolo

CARICHE POLITICHE

La riforma del 416ter è legge: una buona notizia, con un errore da correggere

L’approvazione al Senato della modifica del 416ter contiene una buona notizia e un errore da correggere: la buona notizia è l’inserimento, dopo un iter tormentato, delle due parole “altra utilità”, che colpiscono al cuore il voto di scambio politico mafioso, finora limitato all’erogazione di denaro.

Leggi tutto

Storie di corruzione

4 autori, 8 storie vere in un percorso a tappe attraverso un’Italia corrotta ma che vuole riscattarsi. In collaborazione con la Scuola Holden di Torino, il progetto narrativo crossmediale “Storie di (stra)ordinaria corruzione” racconta i mille volti di un fenomeno che corrode tutti i livelli della società.

Segui tutte le puntate

Restarting the future

Mobilitazione in tutta Europa

Portiamo la battaglia contro la corruzione dentro il Parlamento Europeo

Sono oltre 60 gli europarlamentari con il "braccialetto bianco" aderenti a "Restarting the future", la campagna internazionale attiva in tutti i 28 Paesi membri dell'Unione per combattere insieme contro la corruzione

Leggi di più

Testimonial della campagna

MUSICA: Ognuno può e deve fare la propria parte. Gli artisti hanno un ruolo importante perché la musica arriva all'anima di chi la ascolta.

Chiedi al tuo musicista preferito di aderire

SANITÀ: Sono chirurghi, infermieri, operatori sanitari, studenti di medicina e hanno deciso di fare la propria parte contro la corruzione che inquina la sanità italiana. Lavori nel settore sanitario?

Lavori nel settore sanitario? Mettici il camice

Per chiedere la riforma della legge anticorruzione firma la petizione.