OBIETTIVO: 100%
IL DIALOGO TRA ‘RIPARTE IL FUTURO’ E ANAC

Il 9 dicembre Riparte il futuro ha lanciato la prima petizione rivolta al mondo della salute, "Obiettivo 100%”, per monitorare il rispetto da parte di tutte le Aziende sanitarie italiane di alcuni impegni anticorruzione. La petizione si è chiusa il 31 gennaio, data che la legge 190/2012 sulla trasparenza fissava come scadenza per approvare il piano anticorruzione e gli altri punti richiesti. 

Sono state raccolte oltre 128mila firme. Forte di questo risultato, la campagna ha avviato un dialogo con l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) affinché svolga il suo ruolo di monitoraggio, controllo, sanzione (segui sul blog di Riparte il futuro).

Dalla scadenza del 31 gennaio, le Aziende hanno un margine di tempo (entro fine febbraio) per procedere alla messa online delle informazioni e dei atti approvati.

Sul sito puoi controllare il punteggio della tua regione, ottenere informazioni sui dirigenti (atto di nomina, cv, compenso), contattare il responsabile anticorruzione, leggere il  Piano triennale delle Aziende sanitarie a te più vicine.

Dati aggiornati al 6 ottobre 2014
99%
100%
69%
82%
93%
99%
89%
100%
97%
96%
100%
100%
92%
95%
94%
97%
89%
94%
89%
96%
Media Italia 94%

Punteggio trasparenza delle Aziende Sanitarie in base ai requisiti della petizione:

bassa 0-33% media 34-66% alta 67-100%

Scopri quanto è trasparente la sanità nella tua regione

Come vengono calcolati i punteggi?

La legge 190/2012 prevede che tutti gli enti pubblici, Aziende sanitarie comprese, si dotino di strumenti per contrastare la corruzione e facilitare la trasparenza.

Le Aziende sanitarie sono quindi tenute, entro il 31 gennaio 2014, a nominare il responsabile locale anticorruzione, a pubblicare online il Piano triennale anticorruzione e a fornire informazioni complete sui vertici dell’organo di indirizzo politico (direttore generale, direttore sanitario, direttore amministrativo) rendendo pubblici il cv comprensivo di tutti gli incarichi pubblici e privati ricoperti, l’atto di nomina e il compenso.

Controlleremo giorno per giorno che le Aziende sanitarie rispondano alle tre richieste della petizione e alle prescrizioni di legge. Vogliamo che non vengano concesse proroghe e che i rinvii non siano la norma. Maggiore è il numero di criteri soddisfatti, maggiore è il punteggio raggiunto dalla singola Azienda sanitaria.

Clicca qui per saperne di più

(In collaborazione con Illuminiamo la salute)

In collaborazione con Illuminiamo la salute (www.illuminiamolasalute.it)